I'm a gleek

“Chiedo scusa.
Mi scuso per come sono.
Mi scuso perché non sono abbastanza.
Mi scuso per essere irritabile.
Mi scuso per essere gelosa.
Mi scuso perché non sono come vorresti.
Mi scuso perché hai deciso di andartene, ed è colpa mia.
Mi scuso per non essere abbastanza forte, abbastanza bella, abbastanza estroversa.
Mi scuso perché, per quanto ci provi, non penso di farcela.
Mi scuso perché causo sempre problemi a chi è restato.
Mi scuso perché sono io.”
— lovemyheroes (via lovemyheroes)
“Credo nell’amicizia, nei sorrisi sinceri, negli abbracci infiniti, dove le parole sarebbero solo vane. Credo nel fare le cazzate insieme, nelle lunghissime passeggiate, nel fare shopping insieme, nel mangiare schifezze a più non posso, nelle risate più sguaiate, nella complicità, negli sguardi di intesa. Credo nel parlare ore ed ore senza mai annoiarsi, nel guardare film sotto le coperte, nel bere una cioccolata calda, nel preparare dolci insieme, nel piangere insieme. Credo nelle giornate al mare, nelle diversità, nel volersi bene nonostante tutto, nel sostenersi a vicenda, nel parlare di ragazzi.
Credo nell’essere l’una per l’altra l’essenziale, quasi come l’aria, ma credo soprattutto nel rispetto, senza esso non c’è nemmeno l’ombra di un’amicizia.”
— PeppaGirl (via peppagirl)

(Fonte: johannalennon)

“Puff. E anche tu sei sparita come tutti gli altri. Tante parole, tante promesse fatte a vuoto. “Non importa cosa succederà: noi saremo amiche per sempre. Non ti lascio andare”. Io al ‘per sempre’ non ci ho mai creduto, né in amore, né in amicizia. Le persone entrano e escono dalla mia vita come se fosse un albergo. “Te lo prometto” mi dicono. “Fidati, io non sono come loro” e li giudicavi. Li giudicavi convinta che tu no, non eri come loro. Eri solita dire “io se voglio veramente una cosa mi impegno e la ottengo, non mollo” e poi te ne sei uscita dicendomi “io non ce la faccio più di litigare, sono stanca” come se i litigi li avessi sempre iniziati io al posto tuo. E sì, sei stanca. Tu sei stanca di litigare e molli, io sono stanca di tentare di mettere a posto le cose in questa battaglia persa ma continuo a farlo. Perché ho sempre tenuto a persone che a me non tenevano mai veramente. Erano tutte parole e parole e io non me ne accorgevo perché finalmente ero felice, qualcuno mi voleva bene. Quando le cose sono cominciate a cambiare? Per quale motivo? “Ti sento distante” e io ero vicina a te più che mai. “Ti sei distaccata” ed eri tu ad averlo fatto. “Mi hai sostituita” e invece sei stata tu a sostituirti. “Sono sempre gli altri a lasciarmi, lo farai pure tu” ti avevo detto. “Non è vero, non lo farò” e avevo sorriso. Tu avevi ricambiato il sorriso e mi avevi abbracciata e poi ci eravamo messe a parlare dei nostri sogni e ora io sono qui a parlare del ricordo di quei sogni e di quelle parole e delle promesse che ci eravamo fatte, da me mantenute, da te rotte in frantumi. Ho provato a raccogliere i pezzi e a rimetterli insieme, ma continuavo a tagliarmi le mani e tu non mi aiutavi, mi guardavi e dicevi “sono con te” e invece non c’eri. Le cose non si metteranno a posto ora, sei tu che non vuoi. La scelta è solo tua ora, io la mia parte l’ho fatta. Quei pezzi rimarranno sparsi per terra a ricordarti chi c’era con te, per chi non hai combattuto perché eri stanca, troppo stanca di non esserci quando lei c’era sempre stata per te.”
— ascoltailmare (via ascoltailmare)
devopiacereamestessa:

No vabbe’. Hai la mia stima

devopiacereamestessa:

No vabbe’. Hai la mia stima

(Fonte: soffrendosonocresciuta, via masenonurlomuoio)

morgozlukiz:

Bundan istiyorum ya..

(via masenonurlomuoio)

annieodaire:

Wiress & Beetee||District 3

(via dailycapitol)